Conferimento di criptovalute in Srl. La prima pronuncia giurisprudenziale è negativa

28 agosto 2018

Per il Tribunale di Brescia (Decreto 7556 del 18 luglio 2018) non è ammissibile il conferimento in Srl di criptovaluta se questa non ha un valore di scambio, se non è cioè suscettibile di valutazione economica.

Inoltre, secondo il Decreto, altro ostacolo al conferimento deriverebbe dall'impossibilità, per impedimento tecnologico, dell'espropriazione forzata da parte di eventuali creditori sociali.Ciò escluderebbe la possibilità, secondo il Tribunale, di imputare simili risorse a capitale.

Quest'ultimo requisito, se confermato, potrebbe avere una rilevanza notevole, perchè porterebbe ad escludere altresì criptovalute più diffuse e sicuramente aventi un valore di mercato, per quanto volatile, quali gli ormai celeberrimi "Bitcoin".

Studio Notarile Associato Gambacorta

Archivio news

News Notariato - Impresa

06/12/2016

Come si costituisce una start-up innovativa

La start-up innovativa si costituisce: ...

06/12/2016

I rischi del "FAI DA TE"

Attenzione: la materia è complessa e insidiosa!!! ...

Archivio news