La scelta del notaio

Il Notaio deve essere scelto dalle parti di comune accordo o, in mancanza di accordo, dalla parte tenuta al pagamento degli onorari e al rimborso delle spese anticipate dal notaio (tipicamente, le imposte).

La scelta del Notaio non deve essere imposta da altri professionisti, agenti immobiliari, mediatori ecc.; può essere da loro consigliata solo se il cliente lo richieda.

Tale scelta dovrebbe essere basata su un rapporto di fiducia. Per questo essa non dovrebbe essere determinata esclusivamente dal costo della prestazione notarile. Nella valutazione di colui che si rivolge al notaio dovrebbe essere importante tenere conto anche del tempo che il pubblico ufficiale dedica personalmente ai clienti per accertare la loro volontà e lo scopo pratico che intendono raggiungere; della sua capacità di consigliare i clienti e di orientarli in modo che la forma e il contenuto dell'atto notarile siano quelli che meglio realizzano i loro interessi, in vista del risultato pratico da essi voluto; del modo in cui egli esercita la professione ed in particolare, della sua correttezza, diligenza e preparazione professionale, nonché dell’esperienza e dell'efficienza dell'organizzazione del suo studio. In generale, comunque, il criterio del costo non è tendenzialmente quello migliore per la scelta di una prestazione professionale, soprattutto nei casi di maggiore complessità.

News Notariato - Impresa

06/12/2016

Come si costituisce una start-up innovativa

La start-up innovativa si costituisce: ...

06/12/2016

I rischi del "FAI DA TE"

Attenzione: la materia è complessa e insidiosa!!! ...

Archivio news