Le Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT) entrano in vigore.

31 gennaio 2018

Entra oggi in vigore l'istituto delle cd. disposizioni anticipate di trattamento, che consentono ad ogni individuo maggiorenne, in grado di intendere e di volere, di dare disposizioni, previa acquisizione delle opportune informazioni e in previsione di una futura incapacità di autodeterminarsi, in materia di trattamenti sanitari, esprimendo anche il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari (News del 14 dicembre 2017).

Per l'occasione il notariato ha pubblicato un piccolo vademecum per il cittadino sul proprio sito istituzionale.

Inoltre, con la legge di Bilancio 2018, art. 1, commi 418 e 419, si è istituito una banca dati nazionale delle DAT presso il Ministero della Salute, che dovrà disciplinarla con apposito decreto ministeriale.

Per un ulteriore approfondimento, anche su ciò che esula dalle DAT, in materia di consenso informato e rifiuto dei trattamenti salvavita, si segnala questo articolo su quotidianogiuridico.it.

STUDIO NOTARILE ASSOCIATO GAMBACORTA

Archivio news